Benvenuti sul nostro
BLOG Informativo HOSTING
News, Faq, Guide
Payday loans
www.

«
»


Ci mancava Il WHOIS . nic

Inserito il Feb 25, 2011 Condividi

Oramai utilizziamo il whois del NIC.it per le operazioni sui domini da anni ma mai come da quando è stato implementato l’EPP era diventato per noi un punto di riferimento per alcune operazioni sui domini.
Usiamo il whois del NIC (whois.nic.it) per automatizzare alcune operazioni. Utilizzando il whois, il sistema in automatico riesce a capirese un dominio è libero o registrato..e fin qui siamo nel banale:) e direte..“e allora? quale è il problema?”
Il problema nasce dal fatto che grazie al whois automatizziamo passaggi per definire le procedure di registrazione, trasferimento REG-REG e soprattutto MNT-REG.
Grazie al whois il sistema capisce se deve far creare la lar online (no fax) di registrazione, se deve rimandare verso la compilazione della lar MNT>REG e che tipo di LAR, e per finire capire se deve richiedere in automatico l’AUTH-INFO se il dominio è presso un REG; capito l’importanza del whois?
Dopo 2 anni circa di test e produzione epp senza errori, questo mese arriva dal sistema qualche errorino di connessione al WHOIS…..non si dà importanza visto che parliamo di 3 errori in un mese.
Ieri (24/2/11) la cosa inizia a diventar preoccupante…circa 12 errori di connessione al whois. Dal preoccupante diventa PESANTE e ci porta a chiedere al NIC informazioni sul problema (attendiamo risposta).
Alle ore 00.30 del 25/2/11 (ora) il whois, dalle 21.00 del 24, è impallato e non c’è modo di risolvere velocemente la cosa.
Abbiamo verificato altri siti che eseguono le ns query e anche loro hanno il ns problema.

Questo è l’errore che si riceve dalla piattaforma EPP e purtroppo per il momento non possiamo farci nulla….

Forse è arrivato il momento di abbandonare il whois.nic.it e passare direttamente, se pur un pò problematico per le sessioni e i check, al whois interno in quanto registrar.
Per il momento mai adottato per semplicità e per il problema MNT ancora in essere

Speriamo che mentre si stà scrivendo questo post, il whois si sistemi e che domani mattina dal NIC riceviamo risposta confortante:)

Buona Notte

19 Commenti »

Ci risiamo col problema WHOIS.
Ieri 3,4 errori ma oggi è un continuo!
C’è da trovare una soluzione…..CHECK?? mmmmm….

March 16th, 2011 | 4:30 pm

Ne han parlato anche su un forum…e ci han fatto anche l’articolo:)

http://hostingtalk.it/news/domini-e-registrazioni/8292/nic-e-domini-il-problema-del-whois-non-funzionante

http://hostingtalk.it/forum/domini-e-registrazioni/19073-whois-nic-troppo-spesso-down.html

per fortuna sembrava che eravan noi dei pazzi scatenati a sollevare il problema
:)

March 16th, 2011 | 4:45 pm
Roberto:

Tra il 16, il 17 e il 18 marzo il disservizio è arrivato a un livello vergognoso. Per 1 query bisogna stare a fare tentativi per minuti e minuti… Per controllare 100 domini ci vogliono 120 minuti.
In giro si dice si tratti di una protezione contro flood, ma c’è da chiedersi che senso ha mantenere un server whois se poi non si può fare almeno un paio di query al minuto.
Tanto vale farlo all’italiana: se uno vuole fare una query fa una domanda con marca da bollo da 14,62…

March 18th, 2011 | 2:18 pm
Eos:

HAHAH
bellissima questa “Tanto vale farlo all’italiana: se uno vuole fare una query fa una domanda con marca da bollo da 14,62…”
Il problema crea anche limitazioni nelle vendite di domini visto che chiunque usa un carrello col whois, il dominio non sarà dato disponibile.
Pensare che il whois domini .com non dà mai errore eppure penso che le query ai .com siano un pochino più alte di quelle dei .it

Non è protezione contro flood visto che non si parla di limitazione di ip ma proprio di servizio non funzionante.
Abbiamo aftto delle prove quando non funzionava. Si pensava anche noi al problemi IP. E’ bastato far delle verifiche da più postazioni per renderci conto che anche con solo 1 query da un ip il servizio nonandava.

March 18th, 2011 | 2:25 pm
Roberto:

Personalmente sarei favorevole ad affidare tutta la gestione dei .it alla Verisign. Siamo stati a livello “africano” (e non me ne vogliano gli africani seri…) fino al 2009 con la storia dei fax mentre il mondo già aveva metodi più seri da un decennio. A questo punto non mi meraviglierei di dover aspettare altri 10 anni…

March 18th, 2011 | 11:08 pm

NON SE NE PU’ PIU’
ci son clienti che devono lavorare…noi idem…W IL NIC!!!!!!!!:(

March 21st, 2011 | 5:20 pm

E’ da questa mattina che non funziona.
Confermate?

March 25th, 2011 | 8:23 pm
Eos:

Purtroppo vaà molto molto molto a sprazzi!
Oggi pomeriggio hanno notificato che mettono a disposizione un DAS AUTENTICATO dal 29/03..ma a dire il vero il problema da risolvere è il whois classico
Perchè non dobbiamo essere come gli altri domini internazionali neppure a livello di whois

March 25th, 2011 | 11:37 pm

EMAIL DAL REGISTRO, forse stanco di ricevere lamentele da parte dei registrar che non riescono a lavorare in maniera decente!
vi informiamo che martedi 29 marzo 2011 il Registro attivera’ un nuovo
servizio…..
ok Buono questo per le operazioni registrar ma un bendetto whois normale utile per gli script di vendita dislocati in mezzo mondo??

March 28th, 2011 | 9:25 am
Valentina:

Il problema del whois sussiste, ormai tanti provider sono solo in attesa di sviluppo da parte del NIC, mentre pochi altri provider, si sono adoperati per evitare questo inconveniente, infatti allo stato attuale, sono pochi i provider dove la verifica di un dominio può essere eseguita regolarmente.

In tal proposito sarebbe l’ideale fare una lista di questi, per chi ha urgenze nel registrare domini.

March 29th, 2011 | 2:00 pm
EosNet:

Alcuni, chissà quali:):) non hanno il problema whois ..strano…eppure il whois è il solito

Noi al momento stiamo facendo inviare una mail con il dominio, gli inseriamo il dominio nell’ordine e poi il cliente procede alla lar
Il problema non è la registrazione o il trasferimento sincrono, questo spero sia chiaro. Il problema è solo la ricerca del dominio e la verifica mnt o reg
Bypassando questo problema le registrazioni o trasferimento avvengono con le solite tempistiche

March 29th, 2011 | 2:12 pm
EosNet:

Un passo in avanti è stato fatto.
Disponibile o non disponibile sistemato!!Domini riordinabili senza problemi.
Come rompe perdere del tempo per problemi altrui.
Ora la cosa più importante….far capire al sistema se il dominio è presso un REGISTRAR o presso un MNT, utile per guidare il cliente nella compilazione lar online.
Purtroppo il sistema messo a disposizione oggi dal REGISTRO non serve a nulla…c’è da trovare un altro escamotage…uffa

March 29th, 2011 | 5:52 pm

Oggi è un incubo
Il whois sembra spento del tutto!
Oggi dovrebbero fornirci i dati del nuovo whois..speriamo!
Che casino e vergogna!
COME PERDERE clienti grazie al nIc

March 30th, 2011 | 11:49 am
Valentina:

EosNet hai ragione, il problema non sono le registrazioni di per se in quanto quelle passano manualmente, il problema e che senza il whois, si perdono potenziali clienti, come si spiega ad uin utente tutto ciò!!!

March 30th, 2011 | 2:46 pm
Andrea:

Ciao
ma quando dite “passare al whois interno in quanto registrar” vi riferite al DAS? Io non penso si possa utilizzare anche perchè bisogna filtrare i contenuti e poi le sue interrogazioni sono limitate, mi sembra a 60.000
Come pensate di sostituirlo?

March 30th, 2011 | 4:35 pm
Eosnet:

DAS autenticato lo usiamo perla verifica “disponibile/non disponibile”
e WHOIS autenticato per i le lar, per capire se MNT o REG.
Filtrare: programmazione come era per il whois pubblico. C’è solod a modificare alcune cosette visto che il risultato restituisce nomi diversi

March 30th, 2011 | 4:42 pm
riccardo:

Buonasera,
anche oggi e stasera mentre scrivo le nostre lamentele (ore 23,08 del 31 marzo) il whois non funziona, in continuazione con errore Server Error in ‘/’ Application.
No connection could be made because the target machine actively refused it 192.12.192.230:43 – – è veramente sconfortante vedere simili disguidi – – da oltre sette giorni perdiamo domini .it a iosa – – Come si vede quando si è gestiti da enti pubblici – Nessuno è responsabile e tutti si fanno le loro 8 ore o forse meno e gli altri (noi Registrar) si arrangino…

March 31st, 2011 | 10:12 pm
EosNet:

Noi al NiC abbiamo scrittop qualche volta poi chiamato ma tanto è inutile per il WHOIS PUBBLICO…
oggi il whosi ha fatto meno i capricci di ieri..ieri era del tutto spento
Unico modo per sistemare , noi abbiamo fatto così
DAS AUTENTICATO e CHECK per la ricerca
WHOIS AUTENTICATO per verificate MNT o REG e pertanto LAR

March 31st, 2011 | 10:21 pm
EosNet:

ADDDIIIIIOOO WHOIS PUBBLICO!! tolto definitivamente oggi
FINALMENTE non dobbiamo più eliminare file da 900MB di error_log ogni 5gg

April 5th, 2011 | 7:58 pm
Inserisci Commento/Domanda/Risposta

You must be logged in to post a comment.