Benvenuti sul nostro
BLOG Informativo HOSTING
News, Faq, Guide
Payday loans
www.

«
»


Corso Formativo Per il Sincrono…la fine del FAX per i domini .it

Inserito il Jun 27, 2009 Condividi

Pisa: 25 e 26 giugno 2009 corsi presso il registro ccTLD.it, presso il CNR di Pisa.
Articolo aggiornato il 27/06 ore 16.00 per errori trascrizione. Scusate gli errori

registroIt

Corso relativo ad aspetti operativi, tecnici e legali verso il sincrono
La modalità sincrona darà la possibilità di registrare i domini .it senza l’invio di lettere firmate al Registro dei tld .it.
Accreditarsi Registrar significherà lavorare sui domini in tempo reale senza burocrazia.

Il pensiero al ritorno  – Esperienza – Confusione – Cosa cambia con il sincrono? – Procedure in sintesi

Il Pensiero al ritorno

In diversi anni in cui ho avuto la possibilità di far parte di società accreditate come Maintainer, ho sempre rifiutato di andare ai vari corsi organizzati dal Registro. Questo mese ho avuto la possibilità e l’autorizzazione di poter assistere assieme a Massimo a 2 corsi organizzati dal Registro.
Alla fine di queste due giornate, posso dire, con certezza, di sentirmi pentito di non aver in passato frequentato questi interessanti corsi.

pisa registrar domini

registro_domini_it
registro italiano corso maintainer domini .it per il sincrono

Esperienza

È stata un’esperienza veramente interessante, costruttiva; da un certo punto di vista rilassante, in quanto ho spezzato quei momenti di ” monotono” e continuo lavoro sui server. L’ambiente e le persone che sono intervenuti in questi due giorni sono veramente coinvolgenti, preparate, simpatiche e trasmettono quella passione per il loro lavoro che ha sfatato un po’ il “mito”, in un certo modo un po’ negativo, che mi ero costruito in questi anni verso coloro che lavoravano presso il Registro.
In questi due giorni ho avuto la fortuna di conoscere altri Maintainer, ma soprattutto ho toccato con mano, dopo anni, il Palazzo che gestisce i domini .it, quel palazzo tanto criticato da me, dai clienti, quel palazzo composto da persone reali, simpatiche, composte meritevoli e lodevoli di quanto hanno fatto, sottostando e subendo, da un certo punto di vista, la burocrazia italiana e le critiche.
Quando sono entrato negli uffici dove vengono -ricevute, smistate, processate, lette, accettate e non, archiviate, etcc, tutte le LAR dei domini .it, e ho visto -come lavorano queste persone, come hanno interagito con noi, dalla bocca mi è uscito un aggettivo: COMPLIMENTI.
Non pensavo che così poche persone fossero in grado di riuscire in un mese ad assolvere a cotanta mole di lavoro riuscendo sempre a rispettare le regole e a sopportare di tutto e di più.
Quest’oggi ho avuto la prova che alcune Lar arrivano realmente illeggibili, con firme illeggibili, con dati diversi da quelli notificati in LAR inviate al Maintainer.
Ogni Lar è catalogata con massima precisione, letta con attenta cura, smistata al reparto di competenza con estrema attenzione.
Nell’uscire da quell’ufficio mi sono sentito di fare le mie scuse per i il pensiero che mi ero fatto su questi gran lavoratori nel corso degli anni.
Complimenti di nuovo.

Confusione

In questi 2 giorni abbiamo ricevuto talmente tante informazioni, che nella mia testa vi è molta confusione e tante domande su questa nuova metodologia di registrazione.
Il metodo sincrono, in un certo modo, lo conosciamo già visto che i domini internazionali vengono registrati già con questo criterio; è talmente tanta l’abitudine di registrare domini tramite fax, e-mail, un semplicissimo modulo online, che passare ad un sistema tutto automatizzato e forse semplificato, spaventa un pochino, soprattutto per le decine e decine di informazione che dobbiamo apprendere, informazioni utili per poter accreditare l’azienda come Registrar domini .it.
In questi due giorni al corso dovevano partecipare sicuramente due tipologie di persona, un tecnico e un ” commerciale “.
E vero che l’accreditamento passerà soprattutto per test tecnici, ma nel momento in cui l’azienda sarà accreditata, dovrà essere pronta commercialmente e mentalmente al Sincrono, dovrà essere pronta anche legalmente per poter assumersi responsabilità che fino a questo momento erano di competenza del Registro.


Arriviamo al Sincrono

Riassumere in un piccolo e semplicistico articolo quanto appreso in queste due giornate è sicuramente un’impresa.
Cercherò di riassumere quegli aspetti che a mio giudizio sono di vitale importanza per capire come sarà il futuro per i domini punti it.
Il sistema sincrono semplificherà burocraticamente al 100% la registrazione di un dominio. it.

Chi vorrà un dominio.it potrà finalmente fare tutto via Web senza dover più inviare fax o email con pdf.
Non dovrà più attendere ore e giorni per sapere se il dominio sarà registrabile, se potrà registrare il dominio, quando sarà registrato il dominio.
Finalmente anche per i domini punto it, come per quelli internazionali, si potrà iniziare a parlare di tempistiche certe.
Come per i domini internazionali anche i domini punto it si potranno trasferire senza l’invio di fax, ma solo indicando al nuovo Registrar un semplice codice di autorizzazione, codice che dovrà essere fornito al titolare del dominio entro 30 giorni dalla registrazione del dominio stesso.
Sicuramente la situazione andrà a stabilizzarsi dopo il 2011, quando entrerà in vigore al 100% il modello sincrono, sostituendo in toto il sistema che nascerà ufficialmente, enterà in vigore, il 28 settembre 2009, “il sistema ibrido” (si pensava che entrasse in vigore a giugno)
Cos’è questo sistema ibrido?
La convivenza tra il sistema sincrono e l’asincrono, cioè situazione di passaggio nella quale i clienti potranno scegliere se registrare i domini presso un Maintainer o un Registrar.
Questa è una fase delicata dove alcuni saranno in grado di registrare domini in tempo reale (i registrar) e non in tempo reale con fax (i Maintainer).
Sarà una fase delicata anche perché vi saranno trasferimenti di domini tra Maintainer e Registrar, tra Registrar e Maintainer, tra Registrar che Registrar. Perché delicata? perché, come è comprensibile in base a quanto ho sintetizzato su, vi saranno situazioni in cui si dovranno inviare fax e non inviare fax, in cui il cliente dovrà capire se l’attuale gestore è un Maintainer o un Registar, se il nuovo gestore è Registrar o un Maintainer.
A prescindere dalle problematiche tecniche di competenza del Registrar e del Maintainer, i medesimi dovranno lavorare moltissimo per riuscire ad aiutare il cliente nel capire cosa fare e come comportarsi in questi due anni. Dopo il 2011, quando non vi saranno più Maintainer, sicuramente il tutto sarà molto più fluido e comprensibile.
Si! dal 2011, non vi saranno più i Maintainer.
Nel 2011 (2 anni dopo il via al sincrono) o si diventa Registrar o si perde il diritto di gestire domini.
Il punto più delicato e complicato da gestire in questi due anni sarà sicuramente il come, il non Registrar, si porrà nei confronti dei visitatori del proprio sito che vogliono registrare domini.
Cerco di spiegare: attualmente quando si invia una lar, il Registro assegna il diritto di registrazione al dominio, al primo fax arrivato e accettato.
Nei due anni di situazione ibrida, il registro metterà su un “”secondo piano””, per ovvi motivi, la ricezione del fax. Assegnerà il diritto di registrazione non in base alla data e ora di ricezione di un fax, bensì alla data e ora di lettura del medesimo fax a meno che quel dominio non sia già stato registrato tramite un Registrar accreditato.
Questa situazione è comprensibile visto che le registrazioni tramite Registrar, avvengono in tempo reale.

Esempio ASINCRONO:
– venerdì sera invio una lar per il dominio dipopo . it.
– Giovanni invia una lar sabato mattina per il solito dominio.
Lunedì mattina il registro prende in considerazione e accetta la lar di venerdì sera.

Esempio sincrono:
– venerdì sera invio una lar per il dominio dipopo. It
– Giovanni registra il solito dominio presso un Registrar in tempo reale.
Lunedì mattina il Registro leggerà il fax inviato il venerdì, ma essendo il dominio stato registrato in tempo reale, venerdì o sabato o domenica piuttosto che lunedì mattina, dovrà forzatamente respingere la richiesta di registrazione visto che il dominio è stato registrato col metodo sincrono e non può ovviamente essere cancellato.

Morale, chi sceglie un registrar avrà maggiori garanzie di registrazione di chi sceglierà un Maintainer.

Cosa cambia col sincrono?

Con l’introduzione del sincrono il cliente non avrà più rapporti diretti con il registro, come accade in questo momento con l’ asincrono.
Il cliente interagirà solo e direttamente col Registrar, semplicemente ordinando il dominio on-line sul sito del Registrar.
Il cliente dovrà solo accettare delle clausole che il Registro ha richiesto di inserire sul sito di ogni Registrar, utili per tutelare i diritti di entrambe le parti, come pure assumersi i relativi oneri. Il cliente, come detto, potrà registrare domini in tempo reale senza firmare lettere e, trasferirli, senza fax.
A livello di regolamentazione il Registro continuerà ad operare con oculatezza, tramite verifiche continue, la legalità dei domini e dei relativi titolari; non crediamo che senza il fax si potrà registrare domini con falsi nomi/identità, senza l’esistenza di NS, senza il diritto di registrare un determinato dominio.

Procedure in sintesi col Sincrono

Registrazione-> il cliente entrerà nel sito del registrar, cercherà il dominio,  se è disponibile lo registrerà.
Il Registrar sceglierà di registrare il dominio in modalità immediata oppure previa verifica.  A seguito registrazione il cliente riceverà dal Registro, utile per ufficializzare la cosa, una notifica di avvenuta registrazione e assegnazione del dominio, indicando in essa i dati ricevuti al momento dell’ordine e forniti dal Registrar.

Trasferimento/modifica -> caso Maintainer a Registrar (Ibrido)> il cliente dovrà compilare una lettera di cambio Maintainer indicando il vecchio Maintainer e  il nuovo Registrar.   La lettera sarà simile all’attuale con piccole variazioni.  Anche per la modifica del titolare dominio, la procedura e i moduli, sono i medesimi di quelli che si usano nella situazione asincrona.

Trasferimento/modifica -> caso Registrar a Registrar> il cliente, come accade per i domini internazionali, fornirà al nuovo Registrar l’AUTHINFO (codice di autorizzazione), utile per trasferire automaticamente il dominio.  Dal momento in cui il Registro riceverà richiesta di trasferimento da parte del nuovo Registrar, il vecchio registrar, avrà cinque giorni per negare il trasferimento. Passati cinque giorni lavorativi il dominio passerà di diritto al nuovo Registrar. Attenzione! Il Registrar potrà opporsi al trasferimento del dominio solo in casi specifici, su richiesta del Registrar te stesso. Come succede ed è successo per i domini internazionali potrebbe succedere anche per i domini.it cioè l’inizio di procedure di trasferimento non autorizzate causate dall’appropriazione indebita di un AUTHINFO. Contestualmente ad una modifica/trasferimento dominio sarà possibile eseguire anche una modifica/trasferimento di Registrante senza aggiunta di costi aggiuntivi.

Modifica Registrante durante l’annualità-caso Registrar> come accade adesso, anche durante il sincrono, sarà possibile chiedere la modifica di un registrante, cioè alla titolarità di un dominio. Questa operazione, come accade adesso, avrà un costo. Non si avranno costi aggiuntivi nel caso di modifica di dati semplici: via, NS, residenza, città, telefono.
La modifica della titolarità, pertanto il campo ORG (nome cognome o nome ditta) e Reg Code (p.iva o cf), corrisponderà ad una modifica registrante. Il Registro notificherà il registrante, per le modifiche di cambio Registrar, cambio Maintainer, cambio Registrante, via e-mail.

Chiuderei qui questo articolo, visto che non voglio scendere nel limbo del tecnicismo da Registrar, anche perché sinceramente, non è che abbia capito molto.
Proprio per questo motivo la società ha inviato Massimo per adempiere al 100% a questa mia mancanza..

Se avete domande scrivete pure un commento. Grazie per la visita

Inserisci Commento/Domanda/Risposta

You must be logged in to post a comment.