Benvenuti sul nostro
BLOG Informativo HOSTING
News, Faq, Guide
Payday loans
www.

«
»


Serverweb.net, hosting e virtualizzazione in cluster

Inserito il Feb 28, 2009 Condividi

Serverweb.net, hosting e virtualizzazione in cluster

Eos Net Srl, l’azienda che gestisce il marchio Serverweb.net, irrompe sul mercato della virtualizzazione e dell’hosting grazie alle offerte basate su server in cluster.  L’hosting come è stato visto fino ad oggi non ha più senso di esistere, afferma la Eos Net srl.
Vista la grande concorrenza abbiamo voluto distinguerci nel mercato offrendo ciò che tutti chiedono ma in pochi stanno affrontando con le giuste strutture.
Serverweb.net offre i suoi servizi di hosting con pannello CPANEL e PLESK non su semplici server bensì su una struttura virtualizzata con il top delle licenze VmWare utili per offrire Alta affidabilità con alle spalle Datacenter e Rack totalmente ridondati.
Cerchiamo di spiegare in pochi passi perchè affidarsi ad una soluzione di questo genere.
Serverweb.ner, marchio Eos Net srl, indica sul proprio blog (http://blog.serverweb.net) come scegliere “la strada giusta”.

La nostra struttura sfrutta a pieno le ridondanze del DC utilizzando sia la linea internet di backup, sia la rete elettrica di backup
E’ inutile avere alle spalle un DC ridondanto se poi al rack arriva una sola linea internet e una sola linea elettrica, come accade nella maggior parte dei competitor. Chiedete a chiare lettere: avete ridondanza DC oppure anche a livello di rack?
Se il ns rack è collegato solo ad una delle due linee elettriche (semplifichiamo il concetto) a cosa serve la ridondanza DC se non facciamo arrivare sul rack stesso anche la linea di backup della seconda linea DC?

Qui nasce un ulteriore problema. Vogliamo sfruttare al meglio la ridondanza della rete DC e della rete rack? Pertanto dobbiamo utilizzare anche una ridondanza hardware utile nel caso in cui salta la rete a cui viene collegato il primo switch.

Vediamo di semplificare la comprensione

RETE DC RIDONDATA

dalla rete DC arriva doppia linea internet (1 di backup) e doppia rete elettrica (1 di backup)

1 switch è collegato alla prima rete elettrica e 1 alla linea di backup
1 switch è collegato alla prima rete internet e 1 alla linea di backup
Gli switch sono collegati tra loro per capire quale rete stà funzionando

I server escono con 4 schede di rete, 2 collegate al primo switch e 2 al secondo switch
I server sono collegati con doppia alimentazione alla prima rete elettrica e alla seconda rete lavorando in sinergia

I Server sono collegati in fibra alla SAN la quale è anch’essa collegata a doppia alimentazione.

Grazie all’utilizzo della SAN abbiamo una situazione di storage scalabile

I server sono studiati per poter essere anch’essi scalabili a livello di potenza e sono ridondati in Alta Affidabilità.
Nel caso di problematiche hardware su un server, i servizi vengono switchati a caldo su altro server disponibile.
Questo è un punto importantissimo per poter capire a chi affidare il proprio business.

I servizi web vengono posizionati su RAID 5 con backup giornaliero/settimanale incrementale

A questo punto speriamo sia chiaro che vi è una grossa differenza tra l’affidare il proprio business, il sito web, a chi posiziona i servizi su un server non in cluster, in rack senza backup rete elettrica e internet, in dischi Raid 1 o persino senza raid.
Avere alle spalle un DC ultra potente, ultra ridondato non è sufficiente se poi alla base non vi sono ulteriori ridondanze.

Se poi tutto questo viene servito su un piatto d’oro (assistenza al Top con tempistiche dichiarate), non vi è da attendere oltre nella decisione.

Grazie per l’attezione

Inserisci Commento/Domanda/Risposta

You must be logged in to post a comment.