Benvenuti sul nostro
BLOG Informativo HOSTING
News, Faq, Guide
Payday loans
www.

«
»


Ma in Italia c'è una cultura Hosting nei Media?

Inserito il Jan 26, 2009 Condividi

Salve a tutti.
Quest’oggi vogliamo prendere in considerasione una cosa che ci stà vermante a cuore e che stiamo provando a divulgare tramite alcuni mezzi con i social network e Facebook.
Siamo ben consci che chi legge questo post non è all’interno di quella schiera di popolazione che è “non erudito” del settore, ma questo piccolo articolo non vuole colpire chi è o chi non è in linea con l’attuale mercato delle reti, ma vuole cercare di far entrare nelle teste di chi decide che cosa gli italiani devono assorbire, un messaggio che nel resto del mondo è già stato catturato e instradato a pieno titolo e merito, aiutando così il settore stesso a prendere una piega positiva e “dispersiva”. In Italia a differenza del resto del mondo, il settore è concentrato verso titolati nomi.
In un certo modo è giusto che questi titolati nomi siano il punto di riferimento di tal mercato, perchè essi si son potuti permettere di entrare direttamente sui media.
Ma il vero problema è che questi han dovuto in assoluta autonomia entrare su questi Media visto che questi ultimi non li consideravano a dovere come pure non considerano questo mercato.

Di seguito la descrizione che abbiamo indicato al momento della creazione del nostro gruppo, gruppo che non vuol essere un punto di incontro per informazioni societarie, bensì un modo per cercare di inserire queste paroline (hosting e domini) nella testa di quei 5000.000 di iscritti facebook italia

Stiamo provando a creare un gruppo dove discutere di tutto ciò che riguarda i domini e l’hosting visto che in Italia andiamo indietro come i gamberi e questo settore, se pur conta circa 2.500.000 di domini , non viene neppure preso in considerazione dai media, se pur questo settore è la base del web. Senza hosting e domini non esisterebbe quasi nulla in rete.

classifica domini mondialiSicuramentela descrizione è un pò fiorita, un pò cruda, banalotta per noi e voi che leggiamo giornalmente forum e blog, però questa è la situazione reale del nostro bel Paese.

Attualmente a livello mondiale siamo posizionati tra i primi 10 paesi come n. domini (il conteggio non è reale visto che non tiene conto dei domini nazionali e europei .it .eu), ma pur essendo in questa situazione di valido posizionamento mondiale, i MEDIA, e anche la rete stessa, non degna questo settore del giusto peso.

Un classico esempio? Quanti reali siti tematici vi sono in rete su questo settore? Quante testate giornalistiche dedicano una buona parte delle loro pagine a questo settore se pur incassano bei soldi dalla pubblicità da società di hosting? Quanti minuti giornalieri o settimanali o mensili, sulle Tv, vengono dedicati ai domini e hosting?

Questo settore muove un business di qualche decina di milione di euro l’anno sia a livello di entrate (contratti hosting), sia a livello di uscite (pubblicità, costi del personale, etc.).  Altro esempio può essere Linkedin e Facebook, come pure altri Social, dove troviamo, provenienti da stati esteri, gruppi, iscritti, discussioni, blog, mentre in Italia non vi è molto, per non dire nulla.
Fortunatamente qualche cosa forse si muove anche se a fatica. Vi sono persone come Stefano di HostingTalk che ha creato e cerca di creare qualcosa di molto interessante, ma a ns giudizio non riesce al massimo nel proprio intento non tanto per un suo/loro problema, ma per la poca cultura e il poco spazio che riesce ad avere questo settore nel grande pubblico. Hostingtalk merita molto più di quello che ha attualmente visto il lavoro che stà facendo……vero o no?
Stefano..vai avanti così sperando un giorno che anche i grandi media possano aiutarti nel tuo importantissimo intento.
Forse la colpa è anche delle stesse società di hosting le quali a differenza di quelle oltr’alpe non aiutano i siti come hostingtalk, inserendo link al medesimo, non partecipando attivamente e positivamente a siti di questo genere.

Scusateci per il piccolo articolo un pò distonico e poco chiaro. Non è stato semplice riuscire a estrapolare dalla mente un pensiero così contorto:)

Concludendo con una domanda:
perchè se voglio leggere guide, blog su questo settore dovrò sempre rifarmi a risorse straniere? oppure a quei pochissimi forum/blog tipo hostingtalk.it?

ps: non confondiamo la cultura hosting, con clienti hosting

1 Commento »

[…] su questo pomeriggio: abbiamo notato che molti punti indicati nell’articolo ESISTE UNA CULTURA HOSTING nei media sono reali e cioè che le persone dai Media in generale non ricevono nessun tipo di input. In […]

February 13th, 2009 | 1:54 am
Inserisci Commento/Domanda/Risposta

You must be logged in to post a comment.